Ventilazione meccanica controllata: quanto costa?

By Petalo In News No comments

Questa settimana ritorniamo a trattare il tema della ventilazione meccanica controllata. Se negli articoli precedenti abbiamo parlato del funzionamento, dei vantaggi e degli svantaggi e dei consumi della VMC, nei prossimi paragrafi affronteremo un altro tema interessante: quanto costa un impianto di ventilazione meccanica controllata? Un fattore che gioca un ruolo importante nella scelta di questo tipo di impianto, infatti, è il costo legato alla sua installazione ed al suo mantenimento. In questo articolo proveremo a spiegarvi quali possono essere le spese legate ad un impianto di VMC.

Ventilazione meccanica controllata: a cosa serve?

Negli ultimi anni, la crescente sensibilità alla sostenibilità ambientale, ha spinto anche il settore edilizio verso la costruzione e la ristrutturazione green. Materiali isolanti e serramenti con doppi o tripli vetri permettono alle case nuove, o recentemente rimodernate, di essere sempre più isolate dall’ambiente esterno.
Dalla creazione di un micro ambiente domestico nasce tuttavia la necessità di avere un ricircolo continuo dell’aria. Questo ricambio permette di evitare la formazione di muffa, umidità e condensa. Aprire le finestre spesso, però, può risultare controproducente, soprattutto durante la stagione invernale e quella estiva. Mantenere la temperatura desiderata, infatti, sarebbe difficile applicando la ventilazione naturale. L’aria calda prodotta da termosifoni, o dalle pompe di calore, e quella fredda generata dai condizionatori o dai climatizzatori si disperderebbe facilmente nell’ambiente esterno. Gli impianti di ventilazione meccanica controllata rispondono proprio a questa esigenza! Grazie a tale sistema, infatti, è possibile arieggiare i locali interni della casa, evitando di aprire in continuazione le finestre e azzerando così la dispersione dell’energia termica accumulato, verso l’ambiente esterno

Funzionamento

La ventilazione meccanica controllata permette di scambiare l’aria viziata presente all’interno di un’abitazione con quella esterna pulita. Il funzionamento è semplice:

  • L’aria esterna viene immessa nell’ambiente interno tramite delle condotte apposite. All’interno di questi sistemi sono presenti dei filtri, che consentono di purificare l’aria ed eliminare polveri e batteri. L’aria pulita viene immessa nei locali nobili, quali soggiorno e camera da letto. Queste stanze si chiamano in questo modo perché vi è una bassa produzione di inquinanti al loro interno.
  • In contemporanea, il sistema VMC consente l’estrazione dell’aria viziata presente nei locali tecnici, come cucine, bagni e lavanderie, dove la produzione di inquinanti è maggiore.

Le funzioni della ventilazione meccanica controllata non si fermano qui. Infatti, questo sistema permette di trattare l’aria esterna, riscaldandola o raffreddandola al momento dell’immissione tramite il lavoro di un recuperatore di calore.

Ventilazione meccanica controllata: quanto costa installare un impianto?

Dopo averne spiegato il funzionamento, proviamo ora a fare una stima del prezzo di acquisto e di installazione, di un sistema di ventilazione meccanica controllata.

Iniziamo col dire che i costi di un impianto di ventilazione meccanica controllata variano, in primis a seconda della tipologia che si vuole installare, successivamente dalla macchina che si sceglie. Infatti, gli impianti di ventilazione meccanica si suddividono in due principali categorie:

Impianti centralizzati

Gli impianti centralizzati, essendo più strutturati, sono più costosi di quelli puntuali. Al solo costo della macchina di ventilazione, va aggiunto quello dei canali di distribuzione dell’aria, dei componenti vari (filtri, diffusori, griglie di ripresa e di mandata) e dei relativi lavori di muratura e di finitura.  Per questo motivo, la ventilazione meccanica centralizzata  è usata solitamente nelle nuove costruzioni e nelle ristrutturazioni di grossa entità. Stimare un costo medio di un impianto centralizzato è un’operazione veramente complessa. Questo perché il prezzo finale può variare notevolmente in base alla scelta della macchina e al tipo di installazione richiesta per l’intervento.

Impianto di ventilazione meccanica centralizzato installato da Petalo Srl

Possiamo però affermare che, il prezzo finale per la realizzazione di un impianto di ventilazione meccanica a doppio flusso (sistemi più performanti), per un edificio di circa 100 mq, può variare dai € 5.000  ai € 10.000. La cifra comprende i costi di manodopera e di progettazione e dimensionamento dell’impianto. Queste due voci indicativamente incidono per il 50% del costo finale. 

Impianti decentralizzati o puntuali

Nelle case già realizzati e dove non si vogliono intraprendere lavori troppo impattanti, la soluzione ottimale è invece la ventilazione meccanica puntuale. L’ingombro di questi apparecchi è nettamente minore: essi sono costituiti da un tubo (al cui interno abbiamo uno scambiatore di calore) e da due bocchette (una interna all’edificio e l’altra esterna). L’installazione è più semplice e prevede solamente la predisposizione del foro che ospiterà l’apparecchio nella muratura, e il successivo montaggio dello stesso. Come ben si può dedurre, il costo di questi sistemi è inferiore al primo. Inoltre, non avendo bisogno di canalizzazioni o locali dedicati per il montaggio della macchina, anche i costi di manodopera annessi all’installazione saranno minori.

Stimare il prezzo di un impianto puntuale è già più semplice, anche se bisogna sempre considerare il variare della cifra in base alla tipologia di apparecchio scelto. Per un impianto mono-stanza a flusso alternato, con recuperatore di calore, il prezzo finale parte da €500 e di solito non si va oltre ai €1.000.

Ventilazione meccanica controllata: le variabili nel prezzo

Visto che nel paragrafo precedente abbiamo indicato dei range variabili di prezzo, molto probabilmente vi starete chiedendo quali sono questi fattori che vanno ad incidere sul costo finale.  Essi sono molteplici e vanno considerati attentamente quando si sta per scegliere il tipo di macchina per l’impianto VMC.

Uno dei più importanti da considerare è la performance del recuperatore di calore, ossia quanta energia termica si riesce a recuperare dall’aria viziata per riscaldare l’aria pulita in immissione. Su questo fattore il nostro consiglio è di non cercare di risparmiare troppo: meglio scegliere una macchina con un recuperatore più efficiente, che costerà di più inizialmente, ma sicuramente garantirà un risparmio energetico durante il ciclo vita.

Altra variabile che entra in gioco nella scelta della macchina e nel costo di essa è la sua capacità di filtrazione: prima dell’acquisto è buona norma informarsi su questo dettaglio, per capire quali particelle è in grado di arrestare il filtro abbinato alla macchina. Questo dettaglio è correlato alla salubrità dell’aria che poi respireremo e che sicuramente non va sottovalutata. I filtri migliori sono quelli in grado di bloccare l’accesso a pollini, polveri sottili, smog e agenti inquinanti.

Altri elementi che entrano in gioco nella determinazione del costo della macchina sono gli accessori opzionali, come i sensori igrometrici, i sensori VOC e CO2 e la possibilità di controllare la macchina da remoto tramite app.

Cosa possiamo fare per te

Noi di Petalo, negli ultimi anni, abbiamo scelto di specializzarci nel settore della ventilazione meccanica controllata, partecipando a corsi di formazione ed eventi di settore, per fornire un servizio qualificato, per tutti coloro che cercano un partner per la scelta, la fornitura e l’installazione di questi impianti.  Affidandoti al nostro team ti interfaccerai con tecnici specializzati che sapranno seguirti nel corretto dimensionamento dell’impianto VMC, adatto alle tue esigenze e che, successivamente, installeranno il sistema scelto a regola d’arte.

Se vuoi un preventivo dettagliato per valutare l’installazione di un sistema di ventilazione meccanica controllata per la tua casa, non esitare a contattarci!