Quali sono vantaggi e svantaggi degli impianti fotovoltaici?

By Petalo In News No comments

Ritorniamo a parlare di impianti fotovoltaici! Questo tema risulta essere sempre di particolare interesse, sia per chi sta costruendo una nuova casa, sia per chi ne ha già una e vorrebbe installare un sistema per autoprodurre energia. Infatti, ad oggi, il fotovoltaico è la fonte rinnovabile più adatta al settore residenziale.
Nonostante questa tecnologia abbia avuto uno sviluppo notevole nel corso degli anni, molte persone si chiedono ancora se conviene o meno installare un impianto fotovoltaico. Per tale ragione, nel corrente articolo analizzeremo nello specifico quali sono i vantaggi e gli svantaggi degli impianti fotovoltaici. Alla fine verrà realizzato un bilancio complessivo per capire se è un sistema vantaggioso o meno.

 

Vantaggi di un impianto fotovoltaico

Tralasciamo gli svantaggi e parliamo subito dai vantaggi degli impianti fotovoltaici. Essi possono essere davvero numerosi per chi sceglie questa tecnologia e comprendono sia l’ambito economico, sia quello etico e sostenibile. Principalmente, si tratta di:

1) Risparmio economico in bolletta

Il primo vantaggio, tanto ovvio quanto fondamentale, rispecchia uno dei motivi principali per cui una persona sceglie di installare un impianto fotovoltaico nella propria abitazione. I pannelli sfruttano l’energia dei raggi solari, trasformandola in elettricità pulita e a costo zero. Quest’ultima può essere utilizzata dal proprietario della casa per far funzionare i principali apparecchi elettrici (climatizzatore, forno, lavatrice, computer…), aggirando la necessità di richiedere un prelievo alla rete nazionale. Questa possibilità consente di  dare un taglio netto ai costi in bolletta. L’energia autoprodotta dai moduli fotovoltaica viene consumata istantaneamente, a meno che non si decida di abbinare all’impianto un sistema di accumulo.

2) Eticità e produzione di energia pulita e sostenibile

Oltre al vantaggio economico, chi decide di installare un impianto fotovoltaico compie una scelta etica e sostenibile. L’energia solare, oltre ad essere classificata come fonte rinnovabile, non produce emissioni di sostanze inquinanti nell’ambiente esterno. Privilegiando questa tecnologia, si contribuisce concretamente alla salvaguardia del pianeta ed al benessere delle prossime generazioni.

3) Detrazione fiscale del 50%

Da quando sono terminati gli incentivi del Conto Energia, si dice che il fotovoltaico non sia più così vantaggioso. Molto spesso, però, chi fa queste affermazioni non ha una conoscenza completa del settore. Anche se gli incentivi del Conto Energia sono terminati, l’installazione di un impianto fotovoltaico rientra tra gli interventi che beneficiano della detrazione fiscale: infatti, l’installazione di questo tipo di impianto è considerata come intervento finalizzato a conseguire un risparmio energetico. La detrazione fiscale permette di recuperare  il 50% delle spese sostenute per la realizzazione dell’impianto. Il rimborso avviene in dieci rate annuali di uguale importo. Per usufruire di questo incentivo statale, l’utente deve mettere in evidenza i costi sostenuti nella dichiarazione dei redditi. In tal senso ricordiamo anche che, dal 2018, è richiesta la comunicazione all’Enea anche per l’installazione di impianti fotovoltaici.

4) Integrabilità con altre tipologie impiantistiche

L’impianto fotovoltaico non è una tecnologia fine a se stessa. Infatti, esso è integrabile con numerosi interventi, tutti volti all’aumento dell’efficienza e del risparmio energetico.
Prima fra tutti è la combinazione impianto fotovoltaico + sistema di accumulo. Implementare la batteria ai pannelli permette di sfruttare al massimo i benefici generati dal fotovoltaico. Se si possiede un sistema d’accumulo, l’elettricità prodotta dai pannelli non viene immessa direttamente nella rete elettrica, bensì immagazzinata nella batteria ed utilizzata al momento opportuno. Per esempio, se si è fuori di casa tutto il giorno, durante una giornata di sole i pannelli alimenteranno la carica della batteria. In questo modo, l’energia non andrà persa, ma sarà a disposizione del proprietario al momento del ritorno e senza costi aggiuntivi.
L’installazione di batterie d’accumulo permette di aumentare l’autoconsumo e l’indipendenza energetica di un’abitazione.

Esempio di impianto fotovoltaico con sistema di accumulo realizzato da Petalo Srl

Altro binomio efficiente è quello che prevede l’installazione di una pompa di calore, contemporaneamente all’impianto fotovoltaico. Questa tecnologia, infatti, ha bisogno di una piccola quota di energia per funzionare: l’elettricità necessaria può essere fornita direttamente dal proprio impianto fotovoltaico. Per approfondire questa tematica molto interessante, non perdere il nostro articolo in cui spieghiamo quando conviene installare una pompa di calore.

5) Aumento del valore immobiliare e della classe energetica

L’aumento del valore immobiliare è uno dei vantaggi indiretti apportati dall’acquisto di un impianto fotovoltaico: “indiretto” perchè una persona non sceglie il fotovoltaico solamente per incrementare il valore economico del proprio immobile. Tuttavia, se un individuo è già propenso ad installare tale tecnologia, quest’ultimo punto potrebbe rappresentare un’ulteriore spinta decisiva. Una casa indipendente dal punto di vista energetico, dotata di pannelli fotovoltaici per la produzione di elettricità, è senza ombra di dubbio più appetibile sul mercato immobiliare.
L’aggiunta del fotovoltaico, così come qualsiasi intervento finalizzato al miglioramente del livello di efficienza energetica, porta ad un incremento della classe energetica.

6) …E tanti altri

I vantaggi apportati da questo sistema sono molteplici. Si potrebbe parlare di questo argomento a lungo! Un ultimo punto molto interessante è la possibilità di accedere al Servizio di Scambio sul posto sviluppato dal GSE, ossia un meccanismo che consente di immettere in rete l’energia elettrica prodotta, ma non immediatamente autoconsumata, per poi prelevarla in un momento successivo per soddisfare i propri consumi.

Svantaggi di un impianto fotovoltaico

Dopo aver parlato dei numerosi vantaggi, ci focalizziamo ora sugli svantaggi degli impianti fotovoltaici. Come tutti i sistemi, anche il fotovoltaico non è una tecnologia perfetta, ma presenta alcuni lati negativi.

1) Condizioni meteorologiche

Uno degli svantaggi che condiziona il fotovoltaico è che, come quasi tutte le fonti rinnovabili, il fatto che la sua produzione energetica dipenda dalle condizioni meteorologiche. In mancanza di sole, infatti, la quota di energia prodotta diminuisce notevolmente. Questo punto critico spiega il perché, ad oggi, è ancora difficile staccarsi totalmente dalla rete elettrica. Per esempio, se l’utente non avesse a disposizione energia dalla rete nei lunghi periodi di pioggia, rimarrebbe in assenza di elettricità o dovrebbe avere un generatore di corrente (come quelli che si trovano nei rifugi di montagna).

2) Burocrazia

Il fotovoltaico è ancora uno dei settori con più burocrazia. Infatti, per arrivare alla messa in funzione dell’impianto, le carte da produrre sono numerose e le procedure da seguire sono complesse.
Negli anni, con l’aumento della domanda fotovoltaica, sono stati fatti dei passi avanti per la semplificazione burocratica. Tuttavia, c’è ancora tanta strada da fare e le pratiche rappresentano ancora una grosso vincolo, sopratutto nella riduzione delle tempistiche.
In tal senso, per non incorrere in situazione problematiche, è bene affidarsi ad un’azienda che, contestualmente all’installazione, gestisca tutte le procedure necessarie tra i vari enti.

3) Mancato sfruttamento dell’energia

Come già detto, il fotovoltaico produce celettricità nelle ore centrali della giornata, quando molto spesso le persone sono fuori casa per i vari impegni quotidiani. Purtroppo, l’energia che non viene sfruttata istantaneamente, viene immessa nella rete elettrica e la valorizzazione tramite scambio sul posto risulta meno vantaggiosa dell’autoconsumo. Ad oggi, l’unica soluzione per ovviare il problema è quella di implementare l’impianto con l’installazione di un sistema di accumulo dell’energia elettrica.

Bilancio finale

Arrivati fino a qua lasciamo a te la valutazione finale. Tuttavia, ci sembra più che corretto dare una nostra opinione per delineare un bilancio complessivo fra vantaggi e svantaggi degli impianti fotovoltaici.

Questa tecnologia prevede un investimento economico iniziale. Tuttavia, se guardiamo la scelta in un’ottica lungimirante, i vantaggi superano nettamente gli svantaggi. Dotarsi di un impianto fotovoltaico significa assicurarsi un risparmio sul lungo periodo in termini di consumi energetici. Questo ti porterà sicuramente ad ottenere benefici economici; inoltre, la strada verso l’indipendenza energetica ti metterà al riparo dai continui ed evidenti aumenti dei costi dell’energia. Oltre a ciò, avrai la consapevolezza di aver scelto una tecnologia ecologica e benefica per il pianeta. Come hai visto, gli svantaggi (ad eccezione della dipendenza dalle condizioni meteorologiche) possono essere superati in entrambi i casi.

Noi di Petalo crediamo fermamente nell’efficacia delle fonti rinnovabili e, in particolare, del fotovoltaico. Inoltre, forniamo un servizio chiavi in mano, in cui seguiamo il cliente dall’inizio alla fine, anche nella parte burocratica.
Se stai pensando di implementare questa tecnologia nella tua abitazione e vorresti approfondire la tematica, siamo sempre a disposizione per rispondere ai tuoi dubbi!